Perchè ho deciso di candidarmi

Ho deciso di candidarmi perchè sento il richiamo del dovere.
Il dovere come cittadina, come donna e come professionista, di contribuire al futuro nella mia città.

Cosa propongo per Andria

Il mio PROGRAMMA ELETTORALE in sintesi

Opere Pubbliche

Ripensare al ruolo delle Opere Pubbliche e comprendere che esse sono un centro di profitto e non di costo per la Comunità.
icon13.1

Turismo

Una città ricca di storia e di motivi buoni per visitarla è un punto di forza per tutto il territorio che la circonda, la terra di Castel del Monte
icon13.1

Cultura e Istruzione

Una città senza cultura è una città senza speranza. Investire nella conoscenza significa dare un futuro ai nostri figli.

Beni Comuni

Sottrarre parte della città al degrado ed all’incuria significa rendere il nostro ambiente urbano una casa più accogliente per tutta la comunità cittadina.

Sport

Divertimento e salute: lo sport è la più potente medicina del XXI Secolo, utile a prevenire le malattie ed a migliorare i rapporti tra gli uomini
icon6.1

Ambiente

Rispettare l’ambiente è il primo obbligo di un buon amministratore verso ogni essere vivente della propria comunità.

Risorse Economiche

Smettere di pensare all’Ente come ad una vacca da mungere. Il futuro passa dalla capacità di attingere a risorse esterne e dalla green economy

Welfare

Il “benessere” contemporaneo, in fondo, non è che la somma di tante condizioni positive in cui un essere umano vive e opera: ambiente, salute, sicurezza.

Chi è Giovanna Bruno?

Di lei qualcuno ha detto: «È una persona meravigliosamente normale».

Una condizione più unica che rara nella realtà rumorosa e troppo social dei tempi nostri.

Chi è Giovanna Bruno? Una madre, una moglie, un avvocato: in altre parole, semplicemente una donna con gli stessi valori di tante donne andriesi, pronta a impegnarsi a portare nella politica un senso della famiglia smarrito da troppo tempo.

Giovanna è nata da una famiglia numerosa e laboriosa con le radici solidamente piantate nel centro storico della città ed è cresciuta nell’Oratorio dei padri salesiani, dove tuttora continua, quando può, ad essere impegnata.

Ha studiato al Liceo Classico cittadino, si è laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari ed esercita da anni la professione forense.

È sposata con il maestro Gaetano Pistillo, educatore ed apprezzato musicista andriese, ed è mamma di Chiara e Giuseppe, due bimbi vivacissimi ed affettuosi.

Dorme (quando va bene) tre ore a notte, per non rinunciare a nessuno degli impegni presi.

La passione per la politica nasce da giovanissima, seguendo il precetto di don Bosco che chiedeva ai suoi ragazzi di impegnarsi nella società comportandosi come “buoni cristiani ed onesti cittadini”.

Nel 2008, ha ricoperto il ruolo di assessore ai Lavori pubblici nella giunta guidata dal sindaco Vincenzo Zaccaro, incarico lasciato dopo 17 mesi nel novembre dell’anno successivo.

Nel 2009 fonda il movimento cittadino “Andria 3”, alla guida del quale, nel 2010, ottiene un buon successo elettorale, alimentato da impegno ed entusiasmo. 

Per due mandati consecutivi, ricopre la carica di consigliere provinciale. 

Nel novembre 2017, poi, è eletta all’unanimità presidente provinciale del Partito Democratico di Barletta-Andria-Trani.

Determinazione, competenza e dialogo sono le principali doti con le quali Giovanna si appresta ad affrontare la campagna elettorale che precederà l’elezione del nuovo sindaco di Andria, in una fase delicata che segue la lunga gestione commissariale. 

In tantissimi sono certi che queste siano le doti giuste, e c’è da crederci.

Perché Andria, la nostra città, è donna.

Ultimi contenuti

Segui la mia Pagina Facebook

Scrivimi

Se un’idea oppure vuoi chiedermi qualcosa

Vieni a trovarmi

Il comitato è aperto a tutti. Sei il benvenuto!